Tutti col naso all’insù. Arriva l’eclissi

L'eclissi di sole parziale

Non si fa in tempo a smaltire la sbornia di St. Patrick che subito Milano ci offre un altro evento imperdibile.
Questa volta però non è grazie al comune o grazie ad un evento organizzato da qualche ente, ma grazie al movimento astronomico.

Venerdì 20 marzo è il giorno in cui l’Italia e altri Paesi Europei potranno vedere l’eclissi solare parziale (a Milano circa il 70%) dell’equinozio di primavera.

Evento abbastanza raro che prevede il passaggio della Luna tra il Sole e il nostro pianeta.
Molte persone si riverseranno in parchi e spazi all’aperto per godersi questo spettacolo della natura che per qualche minuto lascerà la nostra città al buio parziale, ma l’INAF – Osservatorio Astronomico di Brera in collaborazione con Circolo Astrofili di Milano dà l’opportunità al pubblico di godersi l’eclissi dalle terrazze della Cupola a Fiore.

L’ingresso è libero con turnazione (durata del turno 20 minuti circa) fino ad esaurimento posti e, udite udite, non è prevista alcuna prenotazione. C’è solo il limite di afflusso delle persone che sarà di 40 a turno.
Inutile dire che in caso di maltempo la manifestazione verrà rimandata e la prima data utile per assistere ad evento simile sarà probabilmente al 12 agosto 2026, verso sera. Per avere indicazioni su come arrivare all’Osservatorio clicca qui.

Mi raccomando, se ci tenete ai vostri occhi non fate la stupidata di guardare l’eclissi con gli occhiali da sole o, peggio ancora, ad occhio nudo perché molto probabilmente sarà una delle ultime cose che vedrete. Meglio munirsi di filtri e occhiali appositi, disponibili anche online a un prezzo tutto sommato contenuto. In alternativa si consigliano anche gli occhiali da saldatore con indice di protezione numero 14 (ma mai meno di 14, altrimenti risulterebbero inutili) reperibili nei negozi di ferramenta e assolutamente efficaci per guardare l’eclissi in tutta sicurezza. Niente binocoli, macchine fotografiche o telescopi perché è come guardare l’eclissi ad occhio nudo.

Interessante è anche la possibilità di seguire la diretta streaming (in questo caso, potete evitarvi gli occhiali protettivi) comodamente seduti sulla sedia dell’ufficio – mi raccomando, non fatevi beccare dal capo – o sulla poltrona di casa. Se il meteo che per ora si prevede favorevole però, dovesse tradirci, o se ci trovassimo impossibilitati a seguire l’eclissi da una postazione favorevole, niente paura: Il Virtual Telescope vi farà seguire l’evento in diretta, con il commento dell’astrofisico Luca Masi.

Venerdì tutti con gli occhi al cielo (protetti) e godetevi lo spettacolo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...